Notizie e aggiornamenti sul Marketing, la Customer Experience e il Customer Relationship Management

8 miti da sfatare sul Social Media Marketing

Sui Social Media bisogna esserci, ma prima di implementare una strategia di Social Media Marketing è opportuno conoscere alcuni elementi per catturare l’attenzione e ottenere il massimo ROI.

Designed by Freepik

I Social Media hanno certamente contribuito a ridisegnare il modo di fare marketing, stravolgendo completamente i classici paradigmi: da strumenti nati per comunicare e per “stare in contatto”, si sono trasformati in vetrine globali, in cui le potenzialità di far crescere il business, con opportune strategie, sono praticamente infinite. D’altronde il successo di questi strumenti, perfetti per qualsiasi tipologia di azienda e qualsiasi mercato, è dovuto ad alcune caratteristiche intrinseche:

  • sono gratuiti;
  • chiunque può registrarsi;
  • non hanno un target età bene definito;
  • sono oggi sempre a portata di mano grazie agli smartphone.

Sembra quindi facile creare oggi, in un mondo iperconnesso e digitale, le condizioni ideali non solo per far conoscere il brand (e quindi i prodotti e servizi), ma soprattutto per ridurre le distanze con utenti al fine di rafforzare il legame esistente, o di acquisire nuovi clienti.
I Social quindi sono davvero uno strumento indispensabile? Si, a patto che non si cada in questi 8 errori illustrati da CJG Digital Marketing in un’infografica

Gli 8 miti relativi ai Social Media Marketing da sfatare

  1. Il numero di like e follower misura il successo di un brand. Il primo mito da sfatare è la corrispondenza tra numero di fans e successo di un brand, per il semplice fatto che non tutti i follower sono clienti, o possono diventarlo. Le aziende spesso cadono in questo tipo di fraintendimento. Meglio guardare alle metriche di engagement per scoprire se i fan interagiscono con i contenuti, e sono quindi realmente interessati a quello che comunichiamo, ed operare le scelte giuste. Meglio puntare quindi sulla qualità che sulla quantità.
  2. I Social Media sono gratuiti. Sfatiamo il mito della gratuità di una strategia di Social Media Marketing: il fatto che avere più profili business sui Social Media sia gratis non vuol dire che la loro gestione sia a costo zero. Come qualsiasi altro strumento, anche i social media necessitano di investimenti in termini di risorse umane e tempo per dare dei risultati e un congruo ROI.
  3. Per avere successo sui Social bisogna affidarsi ad un Social Media Manager giovane. L’errore che molte aziende fanno è quello di scegliere un Social Media Manager giovane, un Millennial, in quanto fascia d’età più attiva sui social. In realtà, le statistiche mostrano come anche gli over 50 utilizzino attivamente i social. L’obiettivo che non dovrebbe mai essere perso di vista nella fase di scelta di un Manager è quello di coinvolgere gli utenti, interagire con loro, e parlare presentandosi come una fonte autorevole di cui potersi fidare.
  4. Bisogna esserci su qualsiasi piattaforma. Non tutte le piattaforme sono adatte a qualsiasi settore: ogni azienda infatti dovrebbe identificare i social da cui poter trarre il maggior beneficio e i risultati migliori, e concentrare gli sforzi solo su quelli. In che modo? Seguendo queste regole: 1) conoscere su quali social il target di riferimento trascorre la maggior parte del tempo; 2) conoscere le funzionalità di ogni piattaforma e trovare quella in linea con l’obiettivo della strategia di marketing; 3) scegliere i social che più di altri permettono di generare i risultati sperati.
  5. La strategia di Social Media Marketing è indipendente dalle altre. Se da una parte è vero, dall’altra è importante sapere che se si vogliono raggiungere risultati ottimali è meglio integrare la gestione dei Social Media con la strategia di SEO, di Content Marketing e personal branding
  6. L’audience arriva senza sforzo. Anche i contenuti migliori hanno bisogno di essere promossi in rete per avere visibilità, condivisioni, e portare i risultati sperati.
  7. Gli hashtag sono importanti. Da Facebook a Twitter ormai i social sono un crescendo di parole accompagnate dal cancelletto. Affinchè gli hashtag riescano ad attirare l’attenzione, è fondamentale non utilizzarne troppi in ogni post, e soprattutto inserire l’hashtag giusto e pertinente rispetto all’argomento che stiamo trattando.
  8. I Social Media sono solo strumenti per il coinvolgimento dei clienti. I Social Media si sono trasformati nel corso degli anni in veri e propri strumenti a supporto delle strategie aziendali, diventando, al tempo stesso, tool per il Customer Care, per il monitoraggio della reputazione online, per la promozione di prodotti/servizi aziendali, e per la generazione di lead.

Summary
Gli 8 miti da sfatare sul Social Media Marketing
Article Name
Gli 8 miti da sfatare sul Social Media Marketing
Description
Sui Social Media bisogna esserci, ma prima di implementare una strategia di Social Media Marketing è opportuno conoscere alcuni elementi per catturare l’attenzione e ottenere il massimo ROI.
Author
Publisher Name
Matteo Giaccari
Giornalista pubblicista, Copywriter & Blogger, dal 2010 si occupa di tematiche riguardanti il CRM e il Marketing, prima su CRM Magazine, attualmente su CRM Web News. - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply