Notizie e aggiornamenti sul Marketing, la Customer Experience e il Customer Relationship Management

Il Programmatic Video advertising è una realtà

Condividi:

Tramite le piattaforma DoubleClick for Publishers (DFP) e DoubleClick Bid Manager (DBM) di Google le aziende hanno cambiato il modo di promuovere i video adv.

Designed by Freepik
Designed by Freepik

Il programmatic video Advertising registra numeri sempre crescenti: in America 85 delle Ad Age Top 100 advertisers hanno optato per i programmatic video tramite piattaforma DoubleClick Bid Manager (DBM), e i ricavi provenienti dai Programmatic video per le aziende del settore TV e Media che hanno utilizzato la piattaforma di Google “DoubleClick for Publishers (DFP)” sono cresciute del 550% nel 2015.
Questi i risultati chiave dello studio di Google “Global State of Play”, fotografia di come la pubblicità video sia cambiata in seguito ai cambiamenti nei comportamenti degli utenti, e di come sia sempre più facile per le aziende connettersi ai consumer ovunque siano e da qualsiasi device. Grazie ai dispositivi mobile, i consumer possono guardare contenuti TV e video attraverso più dispositivi, e di conseguenza i classici “spot” non hanno bisogno della TV per essere trasmessi.
Non dovrebbe sorprendere quindi l’altro dato che vede crescere di oltre il 650% la spesa in Programmatic Direct su piattaforma DoubleClick Bid Manager (DBM); su YouTube il programmatic advertising è cresciuto del 55% di mese in mese.

Il gap dovuto alla difficoltà di raggiungere i consumer ovunque essi siano viene superato grazie alla tecnologia programmatica o Programmatic technology, un processo automatizzato di compravendita di spazi pubblicitari su più piattaforme che permette agli advertisers di indirizzare in maniera sempre più precisa la pubblicità su target specifici di utenti al momento giusto, ottenendo il massimo dalla pubblicità digitale.

Lo studio di Google analizza proprio le modalità con cui le aziende si rivolgono alle piattaforme DoubleClick Bid Manager (DBM) e DoubleClick for Publishers (DFP) di Google nell’ambito del Video Advertising. Si tratta di uno spaccato che prende in considerazione un parametro ben preciso di piattaforme, ma è comunque interessante osservare  come lentamente il web stia assorbendo anche la pubblicità video prima appannaggio solo della TV.




La nuova TV è il Web

Si trasforma il vecchio concetto di TV, così come quello di video: nel mondo, sempre più consumer guardano video in  streaming sfruttando la rete, e le aziende adeguano le strategie di Video Advertising. Solo nel 2015 negli USA quasi la metà delle ore mensili impiegate per guardare video, vengono spese su piattaforme digitali. E le aziende hanno di conseguenza cambiato il modo di veicolare e promuovere video: solo nel 2015 è cresciuto di oltre il 130% il numero di aziende che ha utilizzato la piattaforma DoubleClick for Publishers registrando incrementi delle revenue di oltre il 550%, e 85 delle Ad Age Top 100 Adevrtisers hanno acquistato programmatic video attraverso la piattaforma DoubleClick Bid Manager.

programmatic video adv_1

I device

Secondo lo studio di Google, sono smartphone e tablet a registrare la crescita di video impression – rispettivamente di 33 volte e 32 volte. Anche la Connected TV (le tv che si collegano in rete) rappresentano un potenziale per i marketer e per la promozione di Video: solo nel 2015 sono cresciute di oltre il 225% le impression di video acquistati attraverso la soluzione DoubleClick Bid Manager.

programmatic video adv_2

La visibilità

Partiamo da un dato: la visibilità di un video è diversa dall’impatto e dall’efficacia. Il fatto che uno spot venga visto non vuol dire che automaticamente l’utente diventerà cliente. La visibilità assicura solo che il messaggio raggiunge un target.
Secondo lo studio, il 66% dei video adv sono visti da desktop, mobile, e tablet. YouTube si conferma la piattaforma leader per la video viewability – in media oltre il 93% dei video vengono visti da YouTube, anche se persistono differenze da Paese a Paese (in Italia il 91%)

programmatic video adv_3

Giornalista pubblicista, Copywriter & Blogger, dal 2010 si occupa di tematiche riguardanti il CRM e il Marketing, prima su CRM Magazine, attualmente su CRM Web News. - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply