Notizie e aggiornamenti sul Marketing, la Customer Experience e il Customer Relationship Management

Innovazione aziendale: a che punto è l’Italia

Il 70% dei manager percepisce il business della propria azienda esposto alla disruption digitale. Tecnologia e modelli partecipativi delle persone ai processi d’innovazione le strade che le aziende percorreranno per sopravvivere in un mercato caratterizzato da complessità e imprevedibilità.

Designed by Freepik

Affidarsi a nuove competenze e processi, e attuare un cambiamento culturale capace di sostenere l’estrema velocità del business digitale: è questa la ricetta che le aziende italiane hanno deciso di intraprendere per sopravvivere in un mercato caratterizzato da complessità e imprevedibilità, in cui i processi e le iniziative legate alla trasformazione e all’innovazione digitale saranno l’elemento chiave che le traghetterà verso una maggiore consapevolezza e una nuova normalità.

In che modo? A svelarlo è un’indagine di IDC condotta all’inizio del 2018 su 600 digital leader di grandi realtà italiane, che sottolinea come i manager aziendali coinvolti nei programmi d’innovazione siano consapevoli che la società e i meccanismi economici stiano cambiando, e sia quindi necessario ristrutturare processi e modelli di business per rispondere alla rivoluzione digitale. Un processo non semplice: i cambiamenti nel mercato e nelle abitudini dei consumer rappresentano una sfida importante, che spinge buona parte delle realtà del nostro Paese a sentirsi a rischio – il 70% percepisce il business della propria azienda esposto alla disruption.

I manager italiani sono comunque pronti a rispondere a questa sfida introducendo scenari di trasformazione del modello di business a diverse velocità: il 10% punterà su iniziative disruptive a forte impatto, il 42% preferirà adottare strategie di innovazione più graduali. La maggior parte (60%) andrà a innovare prodotti e servizi, un quarto (26%) il modello aziendale od organizzativo.

Tecnologia e risorse umane per dare nuovo valore alla relazione con clienti. Per misurarsi con i cambiamenti nel mercato e adattarsi alle aspettative dei clienti le aziende italiane percorreranno due strade: investire in nuove tecnologie, e puntare su skill e talenti in ambito IT.
Il 48%, consapevole che il ritmo con cui la propria azienda si rinnova non sia al passo con i cambiamenti del mercato, adotterà un nuovo approccio caratterizzato dalla valorizzazione dei dati per sviluppare prodotti/servizi adeguati alle esigenze dei clienti (30%), da investimenti in tecnologie innovative quali IoT, Intelligenza Artificiale/Machine Learning, Robotica… (37%), e dall’attribuzione di un ruolo centrale a competenze, attitudini e talenti nell’ambito dell’innovazione. In questa direzione, i manager daranno grande rilievo ai modelli partecipativi delle persone ai processi di innovazione: il 67% dei digital leader ritiene infatti strategico coinvolgere dipendenti e collaboratori come parte attiva nell’innovazione aziendale.

Summary
Innovazione aziendale: a che punto è l’Italia
Article Name
Innovazione aziendale: a che punto è l’Italia
Description
Il 70% dei manager percepisce il business della propria azienda esposto alla disruption digitale. Tecnologia e modelli partecipativi delle persone ai processi d’innovazione le strade che le aziende percorreranno per sopravvivere in un mercato caratterizzato da complessità e imprevedibilità.
Author
Publisher Name
Matteo Giaccari
Giornalista pubblicista, Copywriter & Blogger, dal 2010 si occupa di tematiche riguardanti il CRM e il Marketing, prima su CRM Magazine, attualmente su CRM Web News. - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply