Notizie e aggiornamenti sul Marketing & il Customer Relationship Management

IoT nei processi e sistemi di business

Stime di Gartner prevedono che l’Internet of Things coinvolgerà anche processi e sistemi di business, con conseguenze sulla privacy e i costi per la sicurezza.

Apps computer tools connections icons | Vector by Vector Open Stock
Apps computer tools connections icons | Vector by Vector Open Stock

Continua a crescere l’interesse da parte delle aziende  per l’IoT – Internet delle cose –: secondo stime di Gartner entro il 2020 più della metà dei nuovi processi e sistemi di business integrerà elementi dell’IoT. I nuovi modelli di business e molte applicazioni quindi saranno dotati di sensori e reti che sfrutteranno l’IoT in più aspetti e fasi, con la conseguenza che secondo W. Roy Schulte, Vicepresidente e analista in Gartner “… gli analisti aziendali e gli sviluppatori di processi informativi dovranno avere competenze e strumenti idonei ad implementare aspetti dell’internet degli oggetti che giocano un ruolo nei loro sistemi”

entro il 2020 più della metà dei nuovi processi e sistemi di business integrerà elementi dell’IoT.

Ma le stime di Gartner riguardo l’IoT coinvolgono anche tre altri aspetti:

  • Nel 2018, circa tre quarti dei progetti che riguardano l’IoT subiranno dei ritardi nella loro implementazione e realizzazione, con un conseguente aumento dei costi: più sarà complesso il progetto, maggiore sarà lo slittamento del programma iniziale. In alcuni casi, le aziende effettueranno cambiamenti e compromessi per seguire la tabella di marcia, con conseguenti debolezze nelle performance, sicurezza o integrazione con altri processi esistenti.
  • Entro il 2020 si svilupperà un mercato nero di sensori e dati video falsi che verrà 5$ miliardi di dollari e che comprometterà l’integrità dei dati, che potranno quindi essere sostituiti con altri dati inesatti o deliberatamente manipolati. Secondo Ted Friedman, Vicepresidente e  analista in Gartner “… Questo scenario stimolerà la crescita di prodotti e servizi per la privacy, con un conseguente ampio dibattito pubblico sul futuro della privacy, sui mezzi per proteggere la privacy individuale, e sul ruolo della tecnologia e del governo in materia di protezione della privacy. “
  • Gartner prevede che entro il 2020 aumenteranno anche i costi relativi alla sicurezza del 20% rispetto al budget annuale. Un incremento notevole, considerando che nel 2015 l’aumento è stato meno dell’1%.
Giornalista pubblicista, per quattro anni si è occupato di CRM e di tematiche di Marketing sul magazine online CRM Magazine. Attualmente è Web Content Manager di CRM Web News - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply