Notizie e aggiornamenti sul Marketing, la Customer Experience e il Customer Relationship Management

Location-based advertising: benefici e opportunità

Entro il 2022 il budget destinato al marketing localizzato toccherà i $38 miliardi di dollari: sempre più aziende infatti ritengono che legare le pubblicità alla posizione degli utenti permette di incrementare la base di clienti, e di migliorare il customer engagement e la customer experience.

Location-based advertising
Designed by Freepik

Stando allo studio di Bia/Kelsey, nel 2018 le aziende investiranno oltre $22 miliardi di dollari in Local Mobile Advertising. E le previsioni vedono un trend in crescita, caratterizzato da un aumento del budget che toccherà, nel 2022, i $38 miliardi di dollari.
Il Local based advertising rappresenterà quindi una delle aree in cui le aziende impegneranno fette di budget sempre più consistenti: già oggi raggiungere i clienti con l’offerta giusta al momento giusto e nel posto giusto garantisce un ritorno in termini di incremento della base clienti e di customer engagement più efficace. E in futuro l’85% delle organizzazioni utilizzerà i dati legati alla posizione per personalizzare la customer experience.
Lo conferma lo studio di Factual, secondo cui, nonostante le perplessità che le aziende nutrono nei confronti di Facebook e Google nell’ambito del marketing localizzato, la maggior parte utilizza con successo i dati basati sulla posizione degli utenti per veicolare pubblicità non solo in linea con le loro aspettative, ma soprattutto personalizzate.

Le perplessità verso Facebook e Google

Inutile negarlo: Facebook e Google sono i due colossi su cui le aziende concentrano una buona parte del budget in digital advertising, perché permettono di targettizzare le pubblicità in base alla geolocalizzazione degli utenti. Tuttavia la difficoltà nel reperire i dati-chiave e utilizzarli al di fuori delle piattaforme per raggiungere il target desiderato rende il lavoro dei marketer molto complesso.

Secondo lo studio infatti:

  • il 92% ha uno o più dubbi legati a questo duopolio dell’advertising;
  • le preoccupazioni principali legate alle pubblicità su Facebook e Google riguardano le false impression (38%), la trasparenza (36%) e il prezzo (36%);
  • Quest’insieme di fattori spinge il 71% degli intervistati a cercare alternative alle due piattaforme in termini di local based advertising.

I benefici del location-based marketing

Nonostante le perplessità, le aziende riserveranno budget via via maggiori al marketing localizzato, per la capacità di impattare positivamente sul ROI e il customer engagement.

  • le aziende sono interessate a raccogliere i dati legati alla geolocalizzazione dei consumer soprattutto per targettizzare le pubblicità (65%), per inviare offerte legate alla posizione dell’utente (49%), e per migliorare l’esperienza o la personalizzazione (48%);
  • più di 8 marketer su 10 ritengono che il location-based advertising permetta di incrementare la base di consumer (85%), di avere un più alto tasso di risposta (83%), e un più alto customer engagement (83%);

  • l’utilizzo di dati legati alla posizione assicura anche una maggiore comprensione dei bisogni e degli interessi dei consumer (77%), e un miglior ROI legato al marketing e alle campagne di adv (74%)

Summary
Location-based advertising: benefici e opportunità
Article Name
Location-based advertising: benefici e opportunità
Description
Entro il 2022 il budget destinato al marketing localizzato toccherà i $38 miliardi di dollari: sempre più aziende infatti ritengono che legare le pubblicità alla posizione degli utenti permette di incrementare la base di clienti, e di migliorare il customer engagement e la customer experience.
Author
Publisher Name
Matteo Giaccari
Giornalista pubblicista, Copywriter & Blogger, dal 2010 si occupa di tematiche riguardanti il CRM e il Marketing, prima su CRM Magazine, attualmente su CRM Web News. - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply