Notizie e aggiornamenti sul Marketing, la Customer Experience e il Customer Relationship Management

Recensioni online: utili, ma solo il 19% ne lascia una

Nonostante negli e-commerce le recensioni abbiano un’influenza sulle decisioni d’acquisto, l’81% non lascia alcuna valutazione. Lo studio di Clutch

Recensioni online studio
Designed by Freepik

Nell’era della globalizzazione, del “tutto e subito”, della possibilità di fare shopping in Paesi lontanissimi, e di condividere esperienze e recensioni, i consumer godono di una posizione privilegiata: quella di poter decretare, attraverso i loro acquisti e le loro opinioni, il successo o insuccesso di qualsiasi prodotto o servizio.
In rete tutto è più veloce: la semplicità e l’immediatezza con cui possono far sentire la loro voce anche a platee di milioni di altri utenti dovrebbe mettere in guardia i venditori online affinchè monitorino la reputazione in rete e possano intervenire tempestivamente, e con opportune strategie, per proteggere il brand.

Possiamo quindi affermare senza dubbio che le recensioni online impattano sul business, in quanto parte integrante delle decisioni d’acquisto e della propensione di un cliente ad acquistare (o meno) un prodotto.

Nonostante le recensioni online riescano ad influenzare i comportamenti d’acquisto dei consumer, solo il 19% ne lascia una. Questo il risultato di uno studio di Clutch, secondo cui nel caso delle recensioni online si verifica un gap, tra il numero di utenti che le ritiene elemento in grado di influenzare le decisioni d’acquisto (18%), e il numero di utenti che non lascia alcuna recensione (81%).
La maggior parte dei consumer intervistati infatti recensisce un prodotto perché abituato (37%), o solo quando la valutazione è positiva (33%). Solo il 2% lascia una recensione perché non soddisfatto, e il 5% solo se incentivato da qualche bonus.


Perché i consumer non lasciano alcune recensione

Nonostante nei siti e-commerce le recensioni siano un elemento essenziale, in grado di decretare il successo (o insuccesso) di un articolo in vendita, l’81% non lascia alcuna valutazione. Per diverse ragioni: la prima, perché semplicemente non hanno l’abitudine di farlo, poi per mancanza di tempo (20%), per mancanza di incentivi (10%) o infine perché il retailer non dà la possibilità di farlo (9%).


Lo studio è stato condotto intervistando 1000 consumer americani che hanno effettuato un acquisto online nei sei sette giorni antecedenti l’intervista.

Giornalista pubblicista, Copywriter & Blogger, dal 2010 si occupa di tematiche riguardanti il CRM e il Marketing, prima su CRM Magazine, attualmente su CRM Web News. - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply