Notizie e aggiornamenti sul Marketing & il Customer Relationship Management

Social Media Marketing nel 2017: in che modo le aziende sfruttano i social

Oltre la metà dichiara che i social infuiscono positivamente su revenue e vendite, Facebook risulta essere la piattaforma social più utilizzata, soprattutto dalle aziende B2C.

Designed by Freepik

Partiamo dai numeri: nel 2017 oltre 2 miliardi di persone nel mondo utilizzano i social network  con Facebook che si attesta come il più utilizzato – quasi il 18% della quota di mercato.

Numeri che in futuro cresceranno: esperti prevedono che entro il 2021 sui social saranno attivi da oltre 3 miliardi di persone!
In questo quadro la presenza delle aziende per scopi di marketing non fa eccezione: sempre più utenti infatti si rivolgono ai social prima di effettuare acquisti, per consultare le pagine aziendali, leggere commenti e recensioni di altri utenti riguardo prodotti e servizi. Senza dimenticare che proprio sui social sono nati gli influencer, figure a supporto delle strategie aziendali, che più degli spot televisivi sono in grado di influenzare e orientare le decisioni di acquisto dei consumer in una direzione. I social quindi si sono ritagliati un ruolo anche nel campo del business, data la loro crescente capacità di incidere sulle vendite e sulle revenue.

In che modo? E’ Clucth che con il suo studio mette a nudo il panorama dei social media aziendali, dalle piattaforme più utilizzate, alle conseguenze positive sul business, agli ostacoli che i marketer si trovano ad affrontare.
Il primo dato è una conferma: oltre la metà (52%) dei 344 marketer intervistati presi come campione dichiara che i social hanno aiutato ad incrementare revenue e vendite, mentre il 48% dichiara che i social hanno avuto un impatto ridotto sul business, soprattutto perché mancano di una gestione.

Con una differenza: sono soprattutto le aziende B2C (58%) a sottolineare l’influenza positiva su revenue e vendite rispetto alle aziende B2B (46%), soprattutto perché queste ultime si rivolgono a piattaforme social diverse: le aziende B2C preferiscono Facebook e YouTube, quelle B2B LinkedIn e Twitter.

Piattaforme social più utilizzate e contenuti più coinvolgenti

Anche quando si parla di business, Facebook risulta essere il social più apprezzato: l’89% degli intervistati utilizza Facebook, seguito da LinkedIn, YouTube, e Twitter. Solo quinto Instagram, anche se la sua popolarità sta crescendo. Un dato che non dovrebbe sorprendere: Facebook si è dimostrata la piattaforma più efficace per convincere i consumatori a parlare dei prodotti, e solo nel 2015 Facebook è stato in grado di influenzare circa il 52% degli acquisti online e offline degli utenti.

Tra i contenuti più coinvolgenti ed efficaci nel raggiungere il target dei consumer e veicolare il messaggio aziendale, le aziende menzionano articoli (27%), video (36%) e immagini (24%).

Le sfide che le aziende devono affrontare

Pur riconoscendo l’importanza che i social rivestono per le aziende, nello studio vengono citati diversi ostacoli che si frappongono ad un efficace utilizzo dei social media per scopi di marketing:

  1. insufficienti risorse umane e finanziarie;
  2. assenza di una strategia;
  3. la costruzione di una community di follower e influencer;
  4. tracciamento dei risultati.

Lo studio è stato condotto intervistando 344 social media marketer di aziende globali con più di 10 dipendenti, ugualmente ripartiti tra aziende B2B e aziende B2C

Giornalista pubblicista, Copywriter & Blogger, dal 2010 si occupa di tematiche riguardanti il CRM e il Marketing, prima su CRM Magazine, attualmente su CRM Web News. - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply