Notizie e aggiornamenti sul Marketing, la Customer Experience e il Customer Relationship Management

Strategie SEO per YouTube

Come emergere sul popolare social e posizionare i  video nei gradini più alti di Google e Youtube, dal titolo, alla descrizione, fino all’end screen.

strategie SEO per youtube
Designed by Freepik

YouTube, un’arma potente nelle mani dei marketer, che negli anni ha macinato numeri sempre crescenti: dalla sua nascita (nel 2005) il social dedicato ai video oggi conta oltre un miliardo di utenti, è localizzato in 88 Paesi ed è disponibile in 76 lingue, e ogni mese vengono visualizzati video per un totale di oltre 3 miliardi di ore.
Le sue potenzialità non sono passate inosservate ai marketer, che non hanno perso tempo e hanno puntato immediatamente sulla piattaforma da miliardi di visitatori per finalità di promozione e brand awareness. Con risultati sorprendenti: dal 2015 al 2016 la spesa globale per video marketing online è passata da 13 a 23 miliardi di dollari, e solo nel 2016 quasi la totalità (96%) dei marketer ha investito in video marketing.

le tecniche SEO, prima implementate dalle organizzazioni solo in funzione del ranking su Big G, oggi coinvolgono anche YouTube. Lo stesso Google mostra, nei risultati di ricerca, video di YouTube, anche nella prima pagina.

I numeri bastano a testimoniare come la visualizzazione di video da YouTube è un’abitudine ormai consolidata tra gli utenti, e per questo le tecniche SEO, prima implementate dalle organizzazioni solo in funzione del ranking su Big G, oggi coinvolgono anche YouTube. Lo stesso Google mostra, nei risultati di ricerca, video di YouTube, anche nella prima pagina.
Considerare l’implementazione di un canale su YouTube significa creare i presupposti per ottenere il massimo dalla strategia di business, e soprattutto riuscire a veicolare il messaggio ad una platea di potenziali clienti in maniera immediata. Ragionare in ottica SEO diventa il mezzo per raggiungere questo obiettivo.

Strategie SEO per YouTube

Come ottimizzare e posizionare i video sui motori di ricerca? Per rispondere a questa domanda basta dare uno sguardo all’infografica di Oneproductions.com che illustra 6 suggerimenti che rafforzano la presenza online, aumentano la visibilità e permettono di ottenere più traffico al sito web.

Fattori di posizionamento su YouTube. Prima di elencare quali elementi funzionano meglio su YouTube a livello di ranking, è opportuno analizzare nel dettaglio quali fattori incidono sul posizionamento. Secondo l’infografica sono otto:

  1. Titolo e descrizione;
  2. Valore della parola chiave;
  3. Numero di visualizzazioni;
  4. L’audience retention;
  5. I commenti;
  6. Le reaction;
  7. Il numero di condivisioni.
  8. La portata del canale.

Come ottimizzare i video su YouTube in sei step.

  • Titolo. Il titolo è la parte più importante, dovrebbe catturare immediatamente l’attenzione dell’utente, coinvolgerlo e al tempo stesso contenere le parole chiave. Dal punto di vista della SEO, non dovrebbe racchiudere più di 60 caratteri.
  • Descrizione. Anche la descrizione ha un ruolo fondamentale per il successo del video: dato che YouTube mostra solo le prime 2-3 righe (circa 1200 caratteri), bisognerebbe creare un testo breve quanto più engaging possibile per incidere sul tasso d click.
  • Tag. Qualsiasi strategia SEO di successo non può prescindere dall’uso dei tag. Anche su YouTube: una fase fondamentale, in cui i marketer dovrebbero utilizzare i tag per comunicare agli utenti gli argomenti del video, facendo attenzione a non eccedere nel numero (per esempio, inserendo tag irrilevanti) per non correre il rischio di essere penalizzati.
  • Immagine di anteprima. Scegliere un’immagine efficace e d’impatto rappresenta una fase fondamentale per incoraggiare i click e migliorare il posizionamento.
  • Sottotitoli e closed caption. I sottotitoli, oltre ad aiutare gli utenti a comprendere il contenuto del video, sono uno strumento essenziale per la SEO su YouTube in quanto vengono scansionati dai motori di ricerca.
  • End Screen. L’ultimo elemento essenziale di una strategia SEO per YouTube è la parte finale del video: negli ultimi secondi (generalmente dai 5 ai 20 secondi) tramite la piattaforma è possibile inserire un’interfaccia che rimanda ad altri video realizzati da quel canale, o che promuove il brand o incentiva un’azione correlata con il contenuto del video. Un elemento in più nelle mani dei marketer per avere successo su YouTube.

 

Summary
Strategie SEO per YouTube
Article Name
Strategie SEO per YouTube
Description
Come emergere sul popolare social e posizionare i video nei gradini più alti di Google e Youtube, dal titolo, alla descrizione, fino all’end screen.
Author
Publisher Name
Matteo Giaccari
Giornalista pubblicista, Copywriter & Blogger, dal 2010 si occupa di tematiche riguardanti il CRM e il Marketing, prima su CRM Magazine, attualmente su CRM Web News. - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply