Notizie e aggiornamenti sul Marketing & il Customer Relationship Management

L’importanza della “As-A-Service Economy”

Lo studio di Accenture e HSF Research: automazione robotica, cognitive computing, plug and play, fanno il business dell’IT

Image courtesy of iprostocks at FreeDigitalPhotos.net
Image courtesy of iprostocks at FreeDigitalPhotos.net

Accenture, l’azienda leader di consulenza direzionale, servizi tecnologici e outsourcing, ha sponsorizzato uno studio pubblicato da HFS Research, dedicato ai cambiamenti negli acquisti dei servizi da parte delle imprese, che dimostra come sia diventata ormai importante la “As-a-Service Economy”, un modello di economia che dona alle aziende notevoli vantaggi, senza nessun investimento e con un conseguente contenimento dei costi.

Il sondaggio dello studio “Beware of the Smoke, Your Platform is Burning,” che ha coinvolto 716 professionisti tra cui buyers, consulenti e dirigenti di imprese rivela come il 53% dei dirigenti consideri il modello As-a-Services molto importante per la loro organizzazione, e il 68% delle imprese utilizzerà tale modello solo entro i prossimi cinque anni.

I fornitori di servizi riconoscono l’importanza della As-A-Services Economy, ma purtroppo i dati dello studio rivelano che gli investimenti nei processi di automazione robotica, e in cognitive computing, sono ancora bassi rispetto all’effettiva importanza ed utilità che questi hanno (32% e 24% rispettivamente).

Accenture_As a service

Inoltre, uno dei freni evidenziati nello studio è rappresentato dallo staff e dal middle management: mentre infatti il 61% dei service buyer senior leaders consideri critico l’ “As-a-Service” e quindi sia pronto ad apportare i cambiamenti necessari a raggiungere lo stato desiderato, solo il 29% dello staff e del  middle management vede le cose allo stesso modo.

Michael Corcoran, Senior Managing Director, Global Growth & Strategy Lead di Accenture, ha affermato che con il business digitale, le aziende si trovano ad affrontare molte sfide, ma purtroppo ancora oggi non ci sono abbastanza possibilità per esse, di apportare validi cambiamenti e rimanere dunque competitive nel mercato.
Corcoran ha dichiarato che analiticità, automazione e intelligenza propositiva sono caratteristiche importanti che tutti gli acquirenti dovrebbero sempre avere.

Lo studio di HSF dimostra come il Cloud rappresenti l’arma più importante per avere nuovi introiti, e 1 su 4 acquirenti considerano il “plug and play” molto importante per accrescere gli investimenti. Addirittura il 44% dei senior executive sarebbe disposto ad adottare direttamente il Cloud se trovasse la soluzione giusta in grado di dare un immediato valore.

Phil Fersht, CEO e Founder di HSF Research, ha comunicato che il middle management nonostante sia molto ambizioso, si dimostra purtroppo spesso lento nei confronti dei cambiamenti, come nell’assunzione del modello As-A-Economy.
Fersht considera la collaborazione tra i professionisti che lavorano in un’azienda, come la chiave del successo economico, affermado che aggiornare le proprie competenze e creare un ambiente di lavoro in cui le persone possano confrontarsi sarebbe una soluzione ottimale per il proprio business.

Guglielmo Ruberti è un Giornalista praticante, si interessa di rappresentazioni multimediali e linguaggi creativi, ha collaborato con diverse testate giornalistiche e web marketing agency, è laureato all'Università di Bologna in Dams - Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo, e in Cinema, televisione e produzione multimediale. https://it.linkedin.com/pub/guglielmo-ruberti/26/48a/aa1

Leave a Reply