Notizie e aggiornamenti sul Marketing, la Customer Experience e il Customer Relationship Management

Spot in TV, -0,5% in USA

Anche se in crescita rispetto al 2017, la pubblicità in TV  nel 2018 segnerà un dato negativo. Per la ripresa bisognerà attendere il 2020

TV advertising
Designed by Freepik

Mentre gli investimenti in digital advertising crescono a ritmo costante in tutto il mondo, quelli per spot in TV segnano percentuali negative: solo negli USA, dopo un 2016 caratterizzato da segnali positivi (+3,5% nel 2016), il trend, a partire dal 2017, inverte la rotta, segnando un -1,5% e nel 2018 -0,5% pari a $69 miliardi di dollari
Questo il risultato-chiave dello studio compiuto da eMarketer, che sottolinea anche come per rivedere segnali positivi bisognerà attendere il 2020, quando la spesa per adv in TV segnerà un +0,5% in concomitanza con le elezioni presidenziali in USA e le olimpiadi a Tokyo, per poi ridursi nuovamente a meno di un quarto entro il 2022.

studio advertising investimenti tv 2018

Se gli investimenti in Tv adv faticano ad attecchire tra i marketer, quelli per i digitala dv al contrario registrano percentuali positive: solo quest’anno dovrebbero crescere del 18,7% per una spesa totale pari a $107.30 miliardi di dollari. Un ruolo centrale in questo trend lo hanno le piattaforme OTT (Over-The-Top) che vedono crescere la loro audience di anno in anno: per esempio, nel 2018 in America le revenue generate da adv sulla piattaforma Roku raggiungeranno i $293 milioni di dollari, su Hulu $1.12 miliardi di dollari.

studio advertising investimenti tv 2018

Giornalista pubblicista, Copywriter & Blogger, dal 2010 si occupa di tematiche riguardanti il CRM e il Marketing, prima su CRM Magazine, attualmente su CRM Web News. - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply