Notizie e aggiornamenti sul Marketing & il Customer Relationship Management

I Mobile Ads supereranno i Desktop Ads

Nel 2016 aumenterà la spesa per i Mobile ads, fino a raggiungere il 72% degli investimenti totali; “mobile display” e mobile search gli ambiti su cui si concentrerà la spesa. Lo studio di eMarketer

I consumer utilizzeranno sempre di più i dispositivi mobile, e le aziende saranno sempre più propense a indirizzare i loro investimenti sui Mobile Ads: secondo uno studio di eMarketer, nel 2019 negli USA più del 72% degli investimenti totali in Digital Ads saranno rappresentati da Mobile Ads. Tradotto in cifre, tra 4 anni le aziende destineranno $65 miliardi di dollari per il Mobile Ads, mentre per i Desktop Ads “solo” $25.35 miliardi di dollari.
Ma già il 2015 rappresenterà un punto di svolta per i Mobile Adv: solo quest’anno infatti l’aumento degli investimenti sarà pari al 50%, e il 2016 sarà l’anno in cui i mobile ads supereranno i desktop Ads. Un cambiamento di rotta dovuto soprattutto al massiccio utilizzo dei dispositivi mobile da parte degli utenti: nel 2014, solo negli USA, il tempo medio di permanenza sui mobile è stato di 2 ore e 51 minuti, mentre il tempo impiegato sui “classici” PC desktop è stato di 2 ore e 12 minuti – in diminuzione rispetto al 2013

studio_emarketer_mobile adv_2Le aziende privilegeranno soprattutto i mobile in-app adv rispetto ai mobile web browser adv: si stima infatti che gli investimenti per i mobile in-app adv cresceranno a ritmi superiori rispetto ai mobile web adv, rappresentando in 2 anni il 73,2% del totale delle spesa per Mobile Ad.

studio_emarketer_mobile advGli ads su cui si investirà maggiormente? Secondo lo studio, i Marketing Manager americani privilegeranno i formati di “mobile display” come banner, rich media e, anche se in misura minore, i video; oggetto di investimento sarà anche il mobile search, che raggiungerà nel 2019 una spesa pari a $28.41 miliardi di dollari, e altri formati minori ma non meno importanti, come per esempio Online classified advertising, email e lead generation che contribuiranno alla spesa totale per $3.32 miliardi di dollari.

Image courtesy of renjith krishnan at FreeDigitalPhotos.net

Giornalista pubblicista, Copywriter & Blogger, dal 2010 si occupa di tematiche riguardanti il CRM e il Marketing, prima su CRM Magazine, attualmente su CRM Web News. - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply