Notizie e aggiornamenti sul Marketing & il Customer Relationship Management

Mobile shopping in UK: quanto rischiano di perdere i retailer

Un sito web non ottimizzato, l’assenza di App e compatibilità cross-device possono costare ai retailer fino a £1.2 miliardi di sterline ogni anno. Lo studio di WebLoyalty

Image courtesy of Feelart at FreeDigitalPhotos.net
Image courtesy of Feelart at FreeDigitalPhotos.net

L’assenza di una strategia web e mobile based può costare ai retailer fino a £1.2 miliardi di sterline: questo il risultato centrale dello studio compiuto da Webloyalty in UK.
Un dato interessante anche se riferito al mercato inglese, ma certamente non sottovalutabile, che lega un positivo trend di business ad un’efficace presenza sul web e più in generale allo sfruttamento delle nuove frontiere IT: siti web mobile-friendly, app, compatibilità cross-device diventano elementi essenziali ad una customer experience sempre più vicina alle esigenze e alle abitudini dei consumatori.

Anche alla luce del fatto che entro il 2019 circa i tre quarti dei consumer inglesi di età superiore ai 16 anni avrà uno smarphone e che il 90% dei consumer utilizza attualmente lo smartphone nel processo di acquisto. E nel settore retail, gli acquisti si sposteranno sempre più sul mobile, acquisendo percentuali via via più importanti nella spesa, passando da una crescita del 231% tra il 2014 e il 2019, ad una del 67,5 fino al 2019 per un valore totale di £390,933 milioni di sterline.

 

mobile shopping uk
Le percentuali riportate nello studio non smentiscono questi dati: l’85,7% dei consumer inglesi ha dovuto abbandonare l’ acquisto da tablet o smartphone, e il 68,3% ha citato problemi di connessione come causa principale dell’abbandono dell’acquisto.

l’85,7% dei consumer inglesi ha dovuto abbandonare l’ acquisto da tablet o smartphone, e il 68,3% ha citato problemi di connessione come causa principale dell’abbandono dell’acquisto.

Anche un sito web carente di alcuni elementi user-friendly può avere conseguenza sulla conclusione dell’acquisto da parte dei clienti: l’ottimizzazione per i device (14,9%), problemi con la conclusione delle transazioni (12,8%) o anche l’assenza di tutti i prodotti rispetto al negozio fisico (2,2%) sono fattori che non possono essere ignorati se l’obiettivo è quello di migliorare il customer journey e quindi legare il cliente al brand.

Sulla propensione all’acquisto pesa anche l’elemento sicurezza: circa un quarto (22,3%) dei consumer inglesi infatti ritiene non totalmente sicuri i pagamenti effettuati da telefono o tablet.

circa un quarto (22,3%) dei consumer inglesi infatti ritiene non totalmente sicuri i pagamenti effettuati da telefono o tablet.

Secondo Guy Chiswick, Managing Director di Webloyalty Northern Europe “… i retailer inglesi dovrebbero garantire una connessione wi-fi di buona qualità e gratis, e assicurarsi che i siti web siano ottimizzati per i dispositivi mobile. I siti mobile e le app dovrebbero essere funzionali come i siti che vengono visualizzati da PC desktop… Sicurezza e comodità sono altri ostacoli che si frappongono allo shopping da parte dei consumer. Garantire modalità di pagamento veloci e sicure come i one-click payments non solo permetterebbe ai retailer di avere più transazioni, ma accrescerebbe anche la fiducia dei consumer nel mobile shopping”

Giornalista pubblicista, Copywriter & Blogger, dal 2010 si occupa di tematiche riguardanti il CRM e il Marketing, prima su CRM Magazine, attualmente su CRM Web News. - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply