Notizie e aggiornamenti sul Marketing & il Customer Relationship Management

Hotel Mobile-friendly prioritari per i viaggiatori

In USA secondo lo studio di iRiS Software Systems e YouGov, negli hotel i viaggiatori preferiscono tecnologia mobile affidabile, principalmente per risparmiare tempo.

Image courtesy of stockimages at FreeDigitalPhotos.net
Image courtesy of stockimages at FreeDigitalPhotos.net

Cosa cercano viaggiatori e turisti in un albergo? Secondo lo studio di iRiS Software Systems e YouGov compiuto negli USA, un albergo “mobile friendly”. Che si traduce, per esempio, nella possibilità di sfruttare lo smartphone per effettuare pagamenti, effettuare il check-in, e prenotare servizi in camera.

Le statistiche sono chiare: 4 intervistati su 10 preferiscono soggiornare in un albergo mobile-friendly, 9 su 10 vorrebbero tecnologia mobile nell’albergo per rendere migliore il loro soggiorno, e il 47% pagherebbe di più per questo tipo di tecnologia.

4 intervistati su 10 preferiscono soggiornare in un albergo mobile-friendly, 9 su 10 vorrebbero tecnologia mobile nell’albergo per rendere migliore il loro soggiorno, e il 47% pagherebbe di più per questo tipo di tecnologia.

Sembra chiaro quindi, che la tecnologia è ormai una discriminante nella scelta dell’hotel, forse più della presenza di un parcheggio o di altri servizi. Tant’è che un soggiorno in albergo provvisto di tecnologia affidabile spingerebbe i viaggiatori (45%) a pubblicare recensioni positive su TripAdvisor, e il 39% è maggiormente predisposto a prenotare in un albergo con mobile check-in piuttosto che in altre strutture sprovviste di questa tecnologia.

Per quale motivo la tecnologia mobile ora è diventata una priorità per i turisti e i viaggiatori? Principalmente è il risparmio di tempo che deriva dal loro utilizzo, menzioanato dalla maggior parte (60%) degli intervistati. Inoltre la quasi totalità (92%) dichiara che utilizzerebbe il tempo risparmiato per altri servizi dell’albergo – per esempio, prenotare al ristorante, ordinare un drink al bar o anche prenotare futuri soggiorni nello stesso albergo. E questo quindi vuol dire migliorare le revenue per l’albergo.

Una nuova sfida per il settore alberghiero, ma anche nuove opportunità, come sottolinea Jeremy Ward, Presidente di HTNG e COO di iRiS Software Systems secondo cui “…E’ incoraggiante vedere che c’è una domanda e che gli ospiti sono disposti a pagare di più. Infatti, i risultati dello studio mostrano che quasi il 47% accetterebbe di pagare una tariffa più alta se fosse inclusa una tecnologia affidabile”.

Giornalista pubblicista, per quattro anni si è occupato di CRM e di tematiche di Marketing sul magazine online CRM Magazine. Attualmente è Web Content Manager di CRM Web News - Profilo LinkedIn: http://www.linkedin.com/pub/matteo-giaccari/2b/5a3/53a

Leave a Reply